Territorio

Verifica disponibilità

Per tutti i gusti Le spiagge più belle del Salento

Qualunque sia la vostra idea di vacanza, il Salento saprà sicuramente ammaliarvi.

Il Salento, situato proprio sul tacco tra il mar Ionio a ovest e il mare Adriatico a est, è una delle destinazioni turistiche più rinomate e ambite d'Italia. Con circa 200 km di costa, è un vero e proprio paradiso per gli amanti del sole e della tintarella. Vi sono spiagge per tutti i gusti e seppur diverse tra loro, hanno tutte una cosa in comune: sono bagnate da un mare cristallino che non ha nulla da invidiare alle acque tropicali d'oltreoceano.

Ma quali sono le spiagge più belle del Salento? Ne abbiamo selezionate 8 da non perdere. Anche se la scelta non è stata affatto semplice, perché di posti incantevoli e magici dove fare il bagno ce ne sono davvero tantissimi!

Tra le più belle vi è senza dubbio la spiaggia di Torre Lapillo all'interno del comune di Porto Cesareo, che prende il nome dall'omonima torre risalente al XVI secolo. Questa meravigliosa baia, costituita da lunghi tratti di sabbia bianca e fine alternati ad altri di bassa scogliera, attrae migliaia di turisti ogni stagione. In prossimità degli scogli è presente addirittura un tratto di barriera corallina, che la rende la meta ideale per gli appassionati di snorkeling e immersioni. In questo stupendo tratto di costa si trova l'attrezzatissimo Lido Stella Maris, caratterizzato da un'ampia spiaggia di sabbia bianchissima bagnata da un mare limpido e cristallino, dove potete trovare tutto il necessario per trascorrere una vacanza all'insegna del riposo e dello svago.

Sempre a Porto Cesareo si trova la splendida spiaggia di Punta Prosciutto, celebre per la sua sabbia bianchissima, il mare caraibico e la rigogliosa natura che la circonda. Non a caso fa parte della riserva protetta del Parco Naturale della Palude del Conte. Il mare è di color turchese con fondali bassi che digradano dolcemente, perfetti per le famiglie con bambini piccoli. Un'altra perla del Salento è la spiaggia di Porto Selvaggio a Nardò, anch'essa circondata da un'area naturale protetta. L'incantevole baia, bagnata da acque straordinariamente cristalline, è caratterizzata da sassolini e da un'affascinante scogliera, da cui è possibile tuffarsi o ammirare il magnifico panorama. Si raggiunge attraversando un sentiero di circa 20 minuti nella pineta del parco o via mare, partendo ad esempio da Porto Cesareo. A pochi km dal centro di Gallipoli si trova  la fantastica spiaggia di Punta della Suina, costituita da due insenature affiancate che creano una sorta di piscina naturale. La chiamano i "Caraibi dello Ionio" per la sua sabbia fine e le acque turchesi. Alle spalle della spiaggia si estende una profumata pineta dove crescono rigogliose la ginestra, l'orchidea selvatica e il mirto. Qui si può assistere ad uno dei tramonti più belli e romantici del Salento.

Un altro caratteristico luogo da sogno è la Marina di Pescoluse, un magnifico arenile che si estende per oltre 4 chilometri. Anche conosciuta come le "Maldive del Salento", colpisce per la bellezza del paesaggio e per il mare cristallino, un vero e proprio incanto. È situata nel basso Salento, sul tratto di costa tra Torre Pali e Torre Vado. Il fondale basso e sabbioso la rende particolarmente adatta ai bambini piccoli. In località Roca Vecchia, nel comune di Melendugno, si trova invece la famosa Grotta della Poesia, una delle piscine naturali più belle del mondo. Come si intuisce dal nome, non è una vera e propria spiaggia ma il suo incanto non fa rimpiangere la sabbia. Qui la bellezza naturale si somma al fascino della storia: sulle stesse parete della grotta sono state infatti ritrovate iscrizioni di origine messapica, greca e latina.

A pochi passi dalla Grotta della Poesia si trova la baia di Torre dell'Orso, sovrastata da una torre del XVI secolo, in parte diroccata. L'arenile, che si estende tra due scogliere per circa un chilometro, è incastonato tra il mare ed una fitta pineta mediterranea. A breve distanza dalla riva, in mezzo all'acqua, emergono due enormi faraglioni bianchi denominati "Le due Sorelle", a cui sono legate alcune affascinanti leggende che si tramandano da generazioni. Infine, tra le spiagge più belle del Salento non potevamo non menzionare la Baia dei Turchi, posizionata a pochi km a nord di Otranto, in prossimità dell'Oasi Naturale dei Laghi Alimini. È così chiamata perché, secondo la tradizione, è il luogo dove nel XV secolo sbarcarono i guerrieri turchi che espugnarono la città e condannarono a morte centinaia di cristiani. Le acque sono cristalline e la spiaggia è circondata da una scogliera ricoperta di macchia mediterranea.

Dicono di noi Il giudizio di chi è stato nostro ospite